Perdita dei capelli e stress sono correlati

I capelli possono cadere per tanti motivi, sicuramente c’è la genetica, se siamo predisposti alla perdita non c’è molto da fare, ma non dobbiamo sottovalutare lo stress. Cerchiamo di capirne di piú, prima però vediamo come è fatta la nostra chioma e come funziona la crescita.

In sostanza, un capello cresce, poi smette di crescere e poi cade. La fase di crescita, o anagen, di un capello umano può durare da due a sei anni, ed è per questo che i nostri capelli possono diventare così lunghi. Altri peli che abbiamo nel nostro corpo hanno fasi di crescita molto più brevi – un ciglio, per esempio, è di 30 giorni. Dopo l’anagen, un capello entra nella fase di catagen, un periodo molto breve che dura solo un paio di giorni, in cui il follicolo si restringe leggermente. Quello è seguito dal telogen, ovvero il momento in cui i capelli praticamente si limitano a stare lì, senza fare nulla. Poi, finalmente cadono.

Questo processo avviene sempre, ed è del tutto normale che una persona perda da 50 a 100 capelli al giorno in questo modo. Quindi non allarmatevi se li trovate sul lavandino o se rimangono impigliati nel pettine. E’ fastidioso, ma rispetto ai 90.000 – 150.000 capelli totali che ci sono sulla testa di una persona media, non sono nulla.

Si ritiene, a ragione, che lo stress interrompa questo processo, spaccando prematuramente i capelli dal periodo di crescita. Invece di lasciare l’anagen al loro ritmo, passano tutti contemporaneamente nella fase di riposo e cadono insieme in numero maggiore – fino a 10 volte più del solito. Questo è stato dimostrato nei topi usati in laboratorio, quando lo stress provocato dall’essere esposti a forti rumori ha portato i loro peli ad andare in catagen prematuramente.

Lo stress influenza anche il follicolo pilifero umano e supponiamo che ciò che vediamo nei ratti sia la stessa cosa che vediamo nell’uomo – si verifica la stessa transizione.

Ciò che manda esattamente i capelli a riposo non è del tutto chiaro, ma una revisione della letteratura suggerisce che i neurotrasmettitori o gli ormoni prodotti in situazioni stressanti potrebbero esserne la causa. E uno studio fatto su macachi rhesus ha scoperto che le scimmie con più cortisolo (un ormone dello stress) nei capelli avevano maggiori probabilità di perdere i capelli. I rimedi per cercare di allentare la caduta sono diversi. Neogenic Vichy funziona fintanto che lo utilizziamo. ovvero riesce a rallentare la caduta nel periodo di uso, così me i prodotti a base di minoxydil.

Anche la Finasteride presa per via orale ha un discreto successo. Per il resto cerchiamo di agire in maniera endogena, riducendo stati d’ansia e stress. I metodi vanno dal praticare sport, meditazione, yoga e dal prendersi pausa dal lavoro e dai problemi quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *